Gli effetti del Nino

Quando si lascia scorrere lo sguardo, attraverso la maschera, sui fondali marini delle Maldive, la prima percezione è negativa: il corallo è morto, almeno nei primi metri di profondità. E’ la conseguenza del riscaldamento globale e di quel fenomeno climatico periodico chiamato El Niño, che ha portato alla morte e allo sbiancamento dei coralli a causa dell’aumento della temperatura degli oceani. Il problema non riguarda solo le Maldive, ovviamente. Il suo picco nell’arcipelago è stato nel 1998. Da allora, secondo i dati degli studiosi, c’è stata una buona ripresa anche se l’allerta del WMO, l’organizzazione mondiale della meteorologia, resta ancora alto. Ma se osserverete più attentamente, vedrete che in alcuni punti il corallo sta riprendendo a vivere. Lentamente, certo, se consideriamo che i ritmi medi di crescita sono di circa 7 centimetri all’anno.